Un’infermiera in pensione apre un ospizio per cani in modo che possano sentirsi amati durante i loro ultimi momenti

Alcune famiglie che non possono permettersi di prendersi cura dei propri cani malati e anziani decidono di abbandonarli. Di conseguenza, questi cani che hanno avuto una vita meravigliosa si ritrovano soli e spaventati in un rifugio.

Riesci a immaginare di non sapere perché sei stato abbandonato e di vivere i tuoi ultimi giorni da solo? Un’infermiera in pensione, di nome Nicola Coyne, decise che doveva fare qualcosa al riguardo e istituì il Grey Muzzle Canine Hospice Project. Accoglie cani morenti che sono stati abbandonati dai loro proprietari e si assicura che trascorrano il resto della loro vita sentendosi amati.

Nicola, di Nottingham nel Regno Unito, visita i rifugi nella sua zona e adotta due cani anziani malati alla volta. Nella maggior parte dei casi, cerca di adottare cani di 6 mesi o più giovani su questa terra. Il periodo più lungo in cui ha avuto un cane è stato di circa un anno e il periodo più breve è stato di due settimane. Si assicura anche che «completano la loro lista di cose da fare», secondo Metro. Ciò significa feste per cuccioli, gite in spiaggia, deliziose cene a base di bistecche e gelati di McDonald’s.

The Metro scrive: «Un ente di beneficenza che aiuta regolarmente ha detto che «non potrebbe essere più grato» a Nicola, che ha dato ad alcuni dei loro animali domestici più disperati «l’amore e la cura che non hanno mai ricevuto». Nicola spende 500 sterline (610 dollari) per ciascun cane, utilizzando i propri soldi e le eventuali donazioni che riceve attraverso la sua organizzazione no-profit. “Può essere un lavoro davvero straziante, ma qualcuno deve pur farlo”, dice Nicola. “Sono un amante degli animali e semplicemente non posso sopportare il pensiero che trascorrano i loro ultimi giorni, settimane o mesi senza l’amore che meritano. Può essere molto difficile, ma alla fine è così gratificante poter rendere speciali questi momenti.

Quando morirono, li fece cremare e seppellire in un terreno speciale nella sua casa di Nottingham. “Può essere un lavoro davvero straziante, ma qualcuno deve pur farlo”, dice Nicola. Joanne Snaith, di Helping Yorkshire Poundies, ha dichiarato: “Nicola fa un lavoro incredibile, prendendosi cura dei cani quando sono stati cacciati dai loro proprietari alla fine della loro vita – dando loro l’amore e la cura che la maggior parte ha. mai ricevuto prima in vita loro. Ammiro assolutamente il lavoro di The Grey Muzzle Project. Nicola stima di aver accolto finora circa 30 cani e di averli aiutati fino alla fine della loro vita.

Ձեզ հետաքրքրե՞ց մեր հոդվածը, կիսվեք ընկերների հետ։