Un cavallo di 30 anni è stato abbandonato dopo anni di abusi

Arthur, un cavallo da tiro belga, trascorse gran parte della sua vita come cavallo da tiro in una comunità agricola del New England. Ma una volta compiuti i 30 anni, non avevano più bisogno di lui.

Da lì è passato di asta in asta e di commerciante in commerciante. Durante il suo viaggio incontrò un altro cavallo di nome Max con il quale divenne molto legato. Erano entrambi diretti a un’asta in New Holland, quando Cindy Daigre, fondatrice del Ferrell Hollow Farm Senior Horse Sanctuary nel Tennessee, li ha salvati.

Daigre ha visto i due cavalli su un sito web in cui i cavalli venivano intermediati. Vide quanto erano emaciati e in condizioni così pessime questi cavalli che capì che doveva fare qualcosa per salvarli. «Mi è stato detto che Arthur stava morendo di fame intenzionalmente mentre aspettava di andare all’asta successiva e che l’uomo che lo vendeva spesso vendeva vecchi cavalli magri all'»uomo gatto» con gatti esotici per la carne», ha detto Daigre a The Dodo. «Ero inorridito.» Fortunatamente, con l’aiuto di altri, Daigre riuscì ad assumere un trasportatore e a portare i due cavalli nel suo santuario.

Anche se ora i cavalli erano al sicuro, Daigre sapeva che avrebbero avuto una lunga strada per riprendersi. Arthur era così magro e debole che non riusciva nemmeno a reggersi in piedi da solo. Era esausto e si sdraiava semplicemente a terra senza appetito o piacere.

Alla fine, Arthur si sistemò nel santuario e cominciò a mangiare. Ha iniziato a diventare più forte ogni giorno. Ma il recupero non sarebbe stato così facile per il suo migliore amico Max.

«Max ha un infortunio alla schiena con problemi neurologici e problemi ai piedi», ha detto Daigre. Ha anche cicatrici su tutto il corpo dovute ad abusi passati. “Ha subito abusi fisici ed era pieno di paura quando è arrivato e non sapeva che farsene delle persone. Era davvero pericoloso lavorare con lui.

Sebbene lavorare con questi cavalli sia stata una sfida, Daigre non si è mai arreso. Meno di un anno dopo il salvataggio, aveva iniziato a vedere drastici miglioramenti con Max. Ora, due anni dopo il loro salvataggio, entrambi i cavalli sono estremamente sani, forti e docili.

.

Anche Arthur ora ha una criniera lunga e bellissima che intrecciano in estate per mantenerlo fresco. Arthur e Max sono ancora migliori amici e adorano passare il tempo insieme. «Hanno un’amicizia formata dalla tragedia e poi dalla compassione», ha detto Daigre.

Понравилась статья? Поделиться с друзьями: